RSM - Sci, Gian Primo Giardi è rientrato a San Marino

February 14, 2018

 

Sci: Il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese Gian Primo Giardi è rientrato sul Titano dopo aver preso parte alla Cerimonia d’Apertura e agli incontri istituzionali programmati nella prima parte dei Giochi Olimpici Invernali.

 

Gian Primo Giardi: “L’impatto che abbiamo avuto con le Olimpiadi coreane, confermato nei giorni successivi, è quello di un’edizione particolarmente emozionante, con un’organizzazione impeccabile, impianti, villaggio e servizi di primo livello. Come in ogni edizione dei Giochi Olimpici ho sentito lamentele sui trasporti ma ormai questo è un capitolo vecchio quanto i Giochi stessi. La Cerimonia d’Apertura è stata breve ma molto bella, purtroppo il freddo ha condizionato anche lo show ma d’altra parte stiamo parlando pur sempre di un evento sulla neve… Tra i numerosi incontri che abbiamo avuto io e il Segretario Generale è stato importantissimo quello organizzato dal Giappone, alla presenza del premier Abe sono stati presentati i Giochi Olimpici 2020 di Tokyo ed ho la sensazione che fra due anni ci troveremo di fronte a qualcosa di davvero grande. Abbiamo donato al Presidente del Comitato Olimpico Giapponese dei francobolli celebrativi del rapporto San Marino – Giappone e lui ha gradito davvero tanto. La visita agli amici della Slovacchia ci è servita per capire che in Europa ci sono tante Nazioni, non considerate grandi ma nemmeno troppo piccole che emergono ed emergeranno ancora grazie alla loro enorme cultura sportiva e all’importanza che dedicano ai valori olimpici. Non posso non citare l’ormai tradizionale incontro con il Presidente e il Segretario del CONI a Casa Italia che conferma l’ottimo rapporto fra i due comitati olimpici, fra l’altro siamo stati ospiti degli azzurri nella serata in cui hanno conquistato la prima medaglia di questi giochi. Per quanto riguarda la partecipazione del nostro atleta devo dire che definirla importante solamente perché ci permette di essere presenti è molto riduttivo, vorrei che passasse il messaggio che noi siamo alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang perché un atleta serio, disponibile e preparato come Alessandro Mariotti si è guadagnato la qualificazione e sono certo che, al netto dei rischi che le gare di sci alpino comportano, possa fare davvero bene. Ora non sono più in Corea ma quello che avevo da dire al nostro atleta ho già avuto modo di dirglielo, ora sarò un tifoso che seguirà la sua gara davanti alla TV come mi auguro possano fare tanti sammarinesi nonostante l’orario”.

 

Ufficio Stampa
 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Periodico giornaliero sportivo - Autorizzazione del Tribunale di Forlì - Registrato al n° 3309 della Cancelleria

Editore e Caporedattore:

Simone Feroli
Direttore Responsabile:

Roberto Feroli